La nostra storia

Quando nasce una “passione” e ci si chiede il perché, è come voler cercare le radici di un amore o di un’amicizia profonda tra persone. Gli elementi che fanno scattare determinati meccanismi nella testa e nel cuore sono parte del nostro essere chimica, essere biologia, essere parte di un “tutto”.

Il veder nascere piante, sbocciare gemme, seguire il crescere degli acini, cadenzando il ritmo della vita, sono come i giorni che si passano vicino ad una persona cara.

La terra, l’acqua, il sole sono gli elementi primordiali di equilibrio, necessari, quotidiani e incontrollabili che rendono la vita di un vino come una cosa “viva” diversa da un anno all’altro dove la cura e l’attenzione sono fattori essenziali ma non determinanti.

Ed è la parte indeterminabile che rende questa passione più interessante, più sfidante, vicina alla ricerca dell’imponderabile, del perché si è al mondo.

Oggi non sappiamo “se” e “a chi” tramanderemo questa passione. Per noi è un inizio e queste riflessioni sono un incipit di quello che vorremo che fosse. La fortuna di poter iniziare va oltre la necessità di sapere come evolverà.

Le vigne sono rinate, i campi già incolti sono diventati nutrimento per nuovi tralci. C’è armonia nei filari.

Si prepara la taverna per coloro che ci aiuteranno nella vendemmia. Si prepara la cantina.

Sono cose che passeranno con noi o che resteranno? Oggi sentiamo questo, senza ansia e senza preoccupazioni, ed è ciò che vogliamo trasmettere a tutti quelli interessati a guardare alla vita e alla vita di un vino.